23/03/2014: Informazione e prevenzione sull'ictus alla fiera di S. Giuseppe

Torna “Time is brain”, iniziativa della Croce Bianca cernuschese dedicata alla prevenzione e al riconoscimento precoce dell'ictus.

Time is brain"Time is brain", letteralmente “il tempo è cervello”, è uno dei dogmi del trattamento extra- ed intra-ospedaliero dell’ictus, che sottolinea come la rapidità d'azione sia fondamentale nelle emergenze neurologiche. “Time is brain” è diventato anche il motto di un progetto ideato e organizzato dai volontari della Croce Bianca di Cernusco sul Naviglio, che ha come obiettivo quello di rendere la popolazione della nostra Città consapevole di cosa sia un ictus, di quali siano le scelte di vita idonee a ridurne il rischio e di quanto sia semplice e importante riconoscerne i sintomi precoci e attivare immediatamente il sistema di emergenza.

In occasione della fiera, i volontari della Sezione organizzeranno un punto d'informazione sull'ictus (in cui tutti gli interessati potranno scoprire cos'è l'ictus, come si può prevenire, come si riconosce e come si cura) presso il quale sarà anche possibile individuare con apposite misurazioni alcuni dei fattori di rischio di questa malattia. L’evento sarà svolto con la collaborazione del Lions Club di Cernusco sul Naviglio, dell’associazione ALICe Italia ONLUS. La partecipazione è gratuita, vi aspettiamo numerosi!

 

D. Cucchi

Time is brain: la Croce Bianca racconta l’ictus alla sua Città

Tutto esaurito al primo incontro cernuschese interamente dedicato all’ictus.

Time is brainOltre 180 partecipanti hanno affollato la sala conferenze di Cernusco sul Naviglio martedì sera per imparare come si può prevenire, riconoscere e curare l’ictus. Con quasi ventimila persone colpite ogni anno nella sola Lombardia, questa malattia rappresenta un grave problema sanitario nel nostro Paese, sia per l’elevata mortalità che ne consegue, sia per la disabilità che grava su quasi un terzo dei sopravvissuti.
Eppure, molto può essere fatto per alleggerirne il fardello: con le giuste strategie di prevenzione si potrebbero evitare l’80% dei casi e con un immediato intervento dei soccorsi sarebbe possibile dare accesso alle cure migliori a un maggior numero di pazienti. Per questo motivo abbiamo deciso di insegnare a tutti le regole fondamentali per la prevenzione e i semplici trucchi per il riconoscimento precoce, portando per la prima volta al di fuori delle mura ospedaliere il motto “Time is brain”, ben noto a tutti i professionisti del settore.

L’iniziativa, che per la sua apertura a tutta la cittadinanza rappresenta una prima assoluta nel suo genere, è stata accolta con grande entusiasmo dal numeroso pubblico, che al termine dell’incontro ha alimentato un costruttivo dibattito con i relatori, e dalla stampa locale (1234).

Leggi tutto...

Tutto esaurito per "Time is brain"!

"Time is brain": grazie mille agli oltre 180 partecipanti!

Time is brain

L’incontro vi è piaciuto? Come possiamo migliorare le prossime edizioni? La vostra opinione è importante, fatecela sapere compilando il breve questionario a questo link.

Grazie a tutti! 

D. Cucchi

26/11/2013: Semplici mosse per riconoscere l'ictus

Saper riconoscere tempestivamente l’ictus è importantissimo…e semplice!

L’ictus è una grave malattia che colpisce ogni anno quindici milioni di persone nel mondo, causando oltre sei milioni di decessi – circa dieci vittime ogni minuto.
Oltre alla prevenzione, la principale risorsa per trattare la maggior parte degli ictus risiede nel somministrare una terapia adeguata entro poche ore dall’inizio dei sintomi. Il tempo è fondamentale, perché l’efficacia di questa terapia si riduce molto se viene iniziata tardi.
È perciò di estrema importanza saper sospettare e riconoscere con rapidità l’ictus, per attivare subito il sistema di soccorso e permettere al paziente di arrivare in un ospedale adatto nel minor tempo possibile.

FAST

Nel 1999 medici dell’Università di Cincinnati hanno proposto un metodo semplice, rapido ed efficace per identificare l’ictus, che però è rimasto per anni ad uso quasi esclusivo dei professionisti del settore. Solo recentemente l’Associazione Americana per l’Ictus ha rilanciato la valutazione di Cincinnati, proponendola alla popolazione statunitense con una massiva campagna mediatica, che culmina ogni anno il 29 ottobre, giornata mondiale dedicata all’ictus. 

Time is brain

In Italia, dove di prevenzione e riconoscimento precoce dell’ictus si parla ancora molto poco, la Croce Bianca di Cernusco vuol provare a seguire la strada intrapresa con successo oltreoceano, insegnando a tutta la cittadinanza le strategie per combattere l’ictus.

A questo scopo abbiamo preparato un incontro divulgativo gratuito e aperto a tutti, durante il quale volontari della nostra sezione e medici neurologi illustreranno le cause e le manifestazioni dell’ictus e spiegheranno in che modo è possibile riconoscere e trattare questa patologia.

L’appuntamento è martedì 26 novembre alle 21 presso la sala conferenze dell’oratorio Sacer! Vi aspettiamo numerosi!

 

 

D. Cucchi

26/11/2013: Time is brain

La Croce Bianca di Cernusco sul Naviglio è lieta di invitarvi all’incontro “Time is brain – Prevenzione e riconoscimento precoce dell’ictus”, che si terrà martedì 26 novembre alle ore 21.00 presso la Sala Conferenze dell’oratorio SACER.

Time is brain

L’evento è realizzato con la collaborazione e il supporto di Croce Bianca Milano, di AREU Lombardia e della Stroke Unit del Policlinico di San Donato e, per la sua apertura anche ai non addetti al settore, rappresenta una prima assoluta nel suo genere.

Protagonista della serata sarà l’ictus, una grave situazione che si verifica quando l’afflusso di sangue diretto al cervello si interrompe improvvisamente per la chiusura o la rottura di un’arteria. Si tratta di una malattia diffusa, che in Italia colpisce circa duecentomila persone ogni anno. 

Obiettivo dei volontari che condurranno l’incontro sarà quello di spiegare al pubblico che i temutissimi danni provocati all’organismo da questa patologia non sono inevitabili, ma, se si conoscono le giuste mosse, possono essere prevenuti e curati. Ed è proprio nelle mani dei semplici, comuni cittadini, che si trovano le due armi più efficaci contro l’ictus: la prevenzione e il riconoscimento precoce.

L’importanza della rapidità nel riconoscere e trattare l’ictus è tale che il motto “Time is brain” (letteralmente “il tempo è cervello”) è diventato uno dei principi fondamentali del soccorso a questa emergenza, ben noto a tutti i professionisti del settore. Per questo motivo la Croce Bianca di Cernusco si propone per la prima volta di insegnare a tutti, anche a chi non possiede una formazione in ambito sanitario, i semplici gesti che permettono di riconoscere tempestivamente l’ictus.

Ospite d’eccezione della serata sarà il Prof. Luciano Bet, direttore della Stroke Unit del Policlinico di San Donato e docente presso l’Università degli Studi di Milano. A lui spetterà il compito di descrivere i cardini del trattamento immediato dell’ictus e le tappe più rilevanti della riabilitazione e di mostrare quanto il riconoscimento precoce possa incidere sulla successiva qualità della vita per il paziente colpito da questa malattia.

La partecipazione all’evento è gratuita, per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vi aspettiamo numerosi!

  

D. Cucchi

Informazioni aggiuntive