21/04 - 19/05/2015: "In emergenza, fai la cosa giusta!" - Terza edizione

Anche io posso aiutarti - I cittadini di Cernusco si impegnano ad imparare come soccorrere gli altri

Questioni di cuoreLe prime persone che intervengono in una situazione di emergenza possono giocare un ruolo decisivo per la sopravvivenza del paziente. La consapevolezza di questo ruolo è importante, perciò tre anni fa abbiamo avviato un progetto divulgativo, chiamato “Questioni di Cuore”, che mira a spiegare in linguaggio chiaro ed accessibile a tutti come riconoscere le situazioni pericolose per la salute e come intervenire laddove necessario. L'edizione 2015 di questo corso ha riproposto il programma in cinque serate dello scorso anno, ottenendo nuovamente grande apprezzamento da parte del pubblico.

D. Cucchi

GALLERIA FOTOGRAFICA COMPLETA 

 

Anche quest'anno, tra il mese di maggio e giugno 2015, volontari e medici della Croce Bianca di Cernusco sul Naviglio hanno promosso una bellissima iniziativa per la popolazione, un corso di primo soccorso gratuito e aperto a tutti. Oltre 60 volenterosi cittadini di Cernusco hanno aderito con entusiasmo all'iniziativa e hanno così partecipato agli incontri con moltissimo interesse.

Cosa ci spinge a partecipare ad un corso sulle emergenze? Sicuramente il desiderio di poter essere d’aiuto agli altri. Quella voler aiutare il prossimo è di certo una caratteristica comune di tutti gli esseri umani, soltanto che alcuni non pensano di essere all'altezza o pensano di non poter davvero essere di aiuto. Durante il corso gli allievi hanno potuto trovare risposta a parecchie domande che si tenevano magari da anni, hanno conosciuto i concetti più importanti di quello che è il soccorso ad un altro, come funzioniamo, quali sono e priorità in un momento di emergenza e, soprattutto, che cosa è bene fare e non fare in queste situazioni.
Le lezioni frontali sono servite a gettare le basi per rendere ciascuno consapevole di cosa è necessario fare per poter garantire il miglior soccorso possibile, di quali operazioni sono prioritarie rispetto ad altre e di quanto sia importante rimanere lucidi e non saltare i passaggi per gestire l'emergenza in modo ottimale.
Nelle due serate di prove pratiche, gli istruttori hanno affiancato con amore e pazienza ogni persona nell’imparare le più importanti manovre che possono fare totalmente la differenza nella vita di una persona, come il massaggio cardiaco e le manovre di disostruzione delle vie aeree (anche se, per fortuna, spesso le situazioni di emergenza non sono così estreme da dover ricorrere a pratiche di questo tipo!)
Saper cosa fare, quando e come farlo è stato quindi il filo conduttore del corso. L'informazione e la conoscenza sono il primo e fondamentale passo per agire in sicurezza ed eliminare quelle credenze derivate da miti passati o dai dolcissimi ma spesso inefficaci rimedi della nonna. Conoscere è quindi il primo modo per consapevolizzare, e, con la pratica, dalla conoscenza può sviluppasi l’abilità; abilità che, nelle situazioni di emergenza, può fare la differenza nell’aiutare un’altra persona. Fino all’arrivo dei soccorritori, questa importantissima differenza puoi essere tu.

S. Pedretti